Le 10 domande piu frequenti )

Che cos’è un sistema multisplit?

Un sistema multisplit o multi-unità è un sistema grazie al quale è possibile collegare più unità interne ad un’unica unità esterna.

Tradizionalmente, i sistemi classici erano concepiti a partire da un collegamento semplice tra un’unità interna ed una esterna; questo significa che ogni unità interna doveva essere collegata a quella esterna e viceversa, mentre il sistema multisplit permette di collegare più unità interne ad un’unica unità esterna.

Questo sistema può essere realizzato per diversi tipi di prodotti e di installazioni come il DUO/TRIO/QUATTRO e CINCO, e per diverse tecnologie, come le climatizzazioni a prestazioni variabili e i DC Inverter o le unità classiche a velocità fissa.

Qual è il vantaggio di un sistema multisplit rispetto a diversi sistemi semplici?

I vantaggi principali sono:

  • una notevole riduzione delle unità esterne, il che permette di risparmiare spazio nei siti.
  • nel processo di pre-installazione, tutti i tubi e i fili elettrici possono essere diretti verso un unico punto, il che semplifica notevolmente la procedura di installazione e di messa in servizio.

Cosa è la funzione notturna e come posso utilizzarla?

La funzione notturna può essere attivata con il telecomando, e permette di impostare la temperatura della stanza a proprio piacimento. Questa funzione può essere attivata nella modalità riscaldamento o climatizzazione, e si basa sul presupposto che le esigenze dell’utente possono cambiare durante il sonno. Per esempio, siccome siamo molto meno attivi mentre dormiamo, se l’apparecchio è nella modalità climatizzazione, avremo bisogno di una temperatura più alta durante la notte rispetto a quella prevista prima di addormentarci. Per questo motivo la modalità notturna funziona come segue: nella funzione climatizzazione, la temperatura sale di 1 grado all’ora per le prime 3 ore, poi continua a funzionare per tutta la notte alla temperatura iniziale + 3 gradi.

In questo modo, il cliente non avvertirà la sensazione spiacevole di corrente d’aria fredda; lo stesso vale per la funzione riscaldamento, ma al contrario. Il sistema di aria condizionata abbasserà la temperatura di 1 grado all’ora per le prime 3 ore, poi rimarrà alla temperatura fissata inizialmente, – 3 gradi.

Questo permette un buon livello di benessere, anche se evidentemente tutto si basa sulla regolazione iniziale della temperatura, effettuata dall’utente in base alla sua personale sensazione di comfort.

Perché una tecnologia Inverter?

La tecnologia Inverter nei prodotti Airwell entra nella categoria dei prodotti di climatizzazione che utilizzano unità a prestazioni variabili, con compressori a potenza variabile chiamati “compressori Inverter”. Questa tecnologia permette ai compressori e ai motori elettrici di funzionare a più livelli di prestazione, regolando la velocità e la frequenza del motore. Questa tecnologia d’avanguardia necessita di sistemi di controllo elettronico e competenze molto più evoluti rispetto alle unità di climatizzazione a velocità fissa. Grazie alla tecnologia Inverter e alla sua ampia gamma di funzioni, le unità possono mantenere la temperatura di una stanza e adattarsi alla sua superficie in modo molto più preciso rispetto alle unità a velocità fissa.

Qual è la differenza tra un sistema Inverter e la tecnologia ON/OFF?

La temperatura desiderata viene raggiunta più rapidamente rispetto ad un’unità a velocità fissa.

Grazie alla duttilità di regolazione e alla sua logica di controllo assai avanzata, questo sistema può adattare le prestazioni dell’unità alla grandezza della stanza, il che permette:

  • Una migliore efficienza nel controllo e mantenimento della temperatura ambiente.
  • Risparmi di energia.
  • Migliori prestazioni e un migliore riavvio in diverse condizioni e in varie modalità di protezione.
  • Scarso rumore sia interno che esterno durante il funzionamento dell’apparecchio.

Cosa è lo ionizzatore bipolare?

Lo ionizzatore bipolare ha il compito di migliorare la qualità dell’aria nelle stanze, arricchendole della giusta quantità di ioni negativi e positivi. Molte ricerche hanno dimostrato l’esistenza di un legame diretto tra la qualità dell’aria che respiriamo e la nostra salute.

In natura, l’aria è ricca di ioni negativi e positivi generati dai raggi ultravioletti diffusi dalla luce del sole e da altri fattori. Tuttavia gli ioni sono assenti dai luoghi di vita urbani, a causa della mancanza di luce naturale e di altri produttori di ioni, e anche per la presenza troppo importante di fattori che provocano la de-ionizzazione dell’aria. Questa assenza di ioni nei nostri ambienti ha un effetto negativo sulla nostra salute, e provoca mal di testa, affaticamento, perdita di vitalità, etc.

Lo ionizzatore bipolare simula l’equilibrio ionico dell’ambiente naturale e migliora la qualità dell’aria negli interni.

Cosa è la funzione I-Feel?

La funzione I-Feel può essere attivata con il telecomando. Il suo obiettivo consiste nel determinare la temperatura ideale della stanza in rapporto al luogo in cui è presente il telecomando e non in rapporto al sensore del climatizzatore che si trova nell’unità interna. Questa funzione permette di ottenere una temperatura più corretta perché è rilevata nel luogo in cui si trova il telecomando. Se, ad esempio, il climatizzatore si trova in una stanza grande, come un salone o una stanza da pranzo, quando il cliente si siede nella sala per guardare la televisione può attivare la funzione I-Feel con il telecomando, e il climatizzatore si baserà sul sensore di temperatura che si trova nel telecomando, e non sul sensore di temperatura media che si trova nell’unità interna.

Cosa è la funzione DRY?

In un ciclo di climatizzazione classico, il climatizzatore fa abbassare la temperatura della stanza, e assorbe l’umidità ambiente. La funzione DRY, invece, si concentra di più sulla riduzione della percentuale di umidità che sull’abbassamento della temperatura. Per questa applicazione sono state sviluppate una modalità e una logica di comandi specifiche, e sono state chiamate Modalità DRY (deumidificazione).

Quali sono le nuove normative ecocompatibili?

L’obiettivo principale delle normative ecocompatibili per quanto riguarda gli apparecchi domestici di climatizzazione è quello di definire un minimo di criteri e di norme da seguire per le prestazioni del climatizzatore. Queste normative sono in applicazione dal 1° gennaio 2013. Principale obbiettivo di queste normative: fare in modo che i produttori di climatizzatori testino e dimostrino l’efficienza degli apparecchi in diversi punti di funzionamento, nella modalità climatizzazione e riscaldamento, e non più su un solo punto come era previsto in precedenza. Questi vari punti si basano sull’efficienza dell’apparecchio nella modalità climatizzatore, cioè il suo SEER (rendimento energetico stagionale), e quelle dell’apparecchio nella modalità riscaldamento, ovvero il suo SVOP (coefficiente di prestazione stagionale). Questa normativa, che determina l’efficienza media di un climatizzatore, definisce meglio le prestazioni di ogni apparecchio e contribuisce al risparmio di energia.

Dove posso trovare i pezzi di ricambio?

Link per app interna

Chi posso contattare in caso di problemi con il mio climatizzatore?

Informazioni prossimamente