Domande frequenti )

Il climatizzatore smette di funzionare (la spia luminosa rimane accesa)

Quando la tensione elettrica è troppo alta o troppo bassa, scatta il sistema di protezione che blocca il climatizzatore fino a che la tensione non torna alla normalità.

Dall'unità esterna fuoriescono acqua o vapore

Questo fenomeno può verificarsi durante la procedura di sbrinamento, quando il climatizzatore si trova nella modalità riscaldamento. Si tratta di un fenomeno normale e fa parte del sistema di protezione. Durante lo sbrinamento, l’apparecchio scongela la brina che si è accumulata nell’unità esterna, e quando il ghiaccio si scioglie, le gocce d’acqua possono trasformarsi in vapore. Il processo non impiega più di 10-12 minuti, e può ripresentarsi più volte.

Esce vapore dall'unità interna

L’apparecchio potrebbe trovarsi nella modalità climatizzatore mentre la temperatura esterne è bassa.

Questo fenomeno può verificarsi perché l’apparecchio rinfresca l’aria e può quindi produrre vapore; verificare che i filtri dell’unità interna siano puliti.

Come funziona un climatizzatore?

  1. Prima fase: il compressore diffonde il refrigerante allo stato gassoso nella serpentina di condensazione; siccome il refrigerante si trova accanto all’uscita ad alta pressione del compressore, si riscalda e viene trascinato nella serpentina di condensazione.
  2. Al passaggio del refrigerante nella serpentina di condensazione, il gas ad alta pressione emette calore, a causa dell’aria spinta dal ventilatore esterno nella serpentina di condensazione: il refrigerante così si trasforma in liquido refrigerante sotto pressione.
  3. A quel punto, il liquido refrigerante raffreddato attraversa un apparecchio di diffusione passando attraverso un piccolo foro, e questo fa immediatamente abbassare la pressione. Di conseguenza, anche la temperatura del liquido refrigerante si abbassa.
  4. Il liquido refrigerante a bassa pressione circola lungo la serpentina di evaporazione e assorbe il calore della stanza, grazie alla ventola interna che soffia aria nella serpentina di evaporazione.
    Grazie all’assorbimento del calore da parte del refrigerante, l’aria che attraversa la serpentina interna si raffredda, e il liquido refrigerante si scalda e cambia stato, per passare da un liquido a bassa pressione ad un gas a bassa pressione, fino a che non torna al compressore.

Per la funzione pompa a calore, il ciclo è inverso, il che significa che il compressore si scarica nella serpentina interna piuttosto che in quella esterna, come avviene nella modalità climatizzazione.

Il componente che opera questo cambio di direzione si chiama valvola a quattro vie (pompa a calore).

Cosa sono gli allergeni?

Gli allergeni sono impurità presenti nell’aria e che in alcune persone possono provocare delle reazioni allergiche. In un ambiente urbano, un mix di questi allergeni unito ad altre impurità presenti nell’aria – chiamati fattori coadiuvanti – come le Particelle provenienti dagli scarichi dei motori diesel (DEP) e i Composti Organici Volatili (COV) presenti nei materiali da costruzione, nei cosmetici, etc. può trasformare gli allergeni in allergeni pesanti. Esiste così il rischio di aggravare gli effetti nocivi di questi allergeni sulla salute, provocando un peggioramento dei sintomi e la manifestazione di allergie latenti.

Il climatizzatore non parte subito dopo l'accensione.

Possono esservi due motivi:

  1. Il primo è legato al tempo minimo di spegnimento del compressore, ovvero: l’apparecchio era acceso, è stato poi spento e poi di nuovo acceso. Il tempo minimo di accensione deve essere di 3 minuti per evitare di danneggiare il compressore.
  2. Il secondo motivo: se l’apparecchio è nella modalità riscaldamento, la ventola interna non si avvia fino a che la serpentina interna non è sufficientemente calda, per evitare le correnti d’aria fredda.